Il guerreggiare terroristico

manifestazioni-anni-70Il fanatico è un posseduto da un’idea fissa, ed è un uomo o donna che ha paura: una folle paura di perdere mezzo grado di quel fanatismo che gli sazia il digiuno di ideali più puri, più generosi, quelli da cui può essere ispirata la vera audacia. La guerra-guerriglia fatta dai fanatici non è soltanto spaventosa, è intrinsecamente  vergognosa, perché il suo obiettivo è indifferentemente la forza e la debolezza, il militare e il civile, l’armato e l’inerme, la caserma e la stazione, il giovane e il vecchio, il paracadutista e il bambino, l’uomo e la donna, la truppa e la folla, il carro armato e il bidet, l’uniforme e il grembiulino, il mirino opposto e la treccia scura.
Qualunque sia il motivo accampato, il guerreggiare terroristico è disonorante e disonorato; non è combattimento è assassinio; non è giustizia, è altare dell’odio. Cercare la stage per la strage è abbietto. Chi fa questo, sguazza nel disonore e nell’infamia. Dirlo audace può solo un cretino.

Guido Ceronetti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...