Abitudine

HEGEL in cattedra

La morte naturale dello spirito di un popolo si può palesare sotto forma di nullità politica. Ciò è quel che chiamiamo abitudine. L’orologio è caricato e va avanti da sé. L’abitudine è un agire privo di contrasto, a cui non può restare che la durata formale, e in cui non ha più bisogno di farsi sentire la pienezza e la profondità del fine – un’esistenza per così dire esteriore, sensibile, che non approfondisce più le cose. Così individui, così popoli muoiono di morte naturale; e se anche questi ultimi continuano ad esistere, è un’esistenza priva d’interesse e di vita, che non ha più bisogno delle proprie istituzioni, appunto perché quel bisogno è appagato – il nulla e la noia della vita politica.

G. W. F. Hegel

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...