Tribunalizzazione della realtà

imageLa tendenza oggi largamente dominante è quella di obbligare ad una legittimazione tutto e tutti. Qualunque cosa deve apparire entro un contest of justification, il cui modello di lusso è il cosiddetto «discorso libero dal dominio», e giustificarsi, in particolare allorché sia alle prese con una crisi di legittimazione, ciò che sembra avvenire dovunque, in un epoca definita volen-tieri «postconvenzionale». Se mai da qualche parte una simile crisi di legittimazione non ci fosse, si provvederà ad inventarla, nell’interesse della presenza ubiquitaria della richiesta di legittimazione. Oggi, infatti, palesemente tutto ha bisogno di giustificazione: la famiglia, lo stato, la causalità, l’individuo, la chimica, la verdura, la crescita dei capelli, l’umore, la vita, l’educazione, il costume da bagno; solo una cosa non ha bisogno – e perché mai? – di giustificazione: la necessità della giustificazione sempre e ovunque. […] Questa situazione dominata dalla richiesta di legittimazione è un fenomeno che non si può fare a meno di notare e al quale bisogna perciò dare un nome. Ora, dal momento che esso trasforma, in certo modo, ogni cosa in un tribunale, definirò questo fatto: la tribunalizzazione della realtà moderna della vita.

Odo Marquard

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...